Il cugino di Peppino (Paolo Tacconi e Luisanna Benfatto)

Romania, 1989

Romania, 1989

We are everyday robots on our phones

Eppure dietro la rivoluzione tecnologica – quella di 20 anni fa, quella di oggi, quella finale – ci sono uomini e donne. Utenti. A un certo punto il più importante, il più grande, il più bel sito italiano Virgilio.it decise di farsi rappresentare da una foto molto simile a questa. Il bello di Internet, lo slogan. Peppino un vecchio, che ha visto la vita, l’immagine.

In the process of getting home

L’uomo della foto esiste, e non è più un simbolo, una figura retorica, è diventato l’utente,dicendo due cose, quindi. Primo, che in Internet c’è bello e brutto. Secondo, che è bello ciò che piace. Quindi che tutto è bello e tutto e brutto, lui lo decide. Il Peppino di oggi ha il 31% di probabilità di avere uno smartphone. Si farà un selfie coi nipotini poiché il legame tra generazioni, baby boomers e millennials, sarà anche detto e fatto di tag, like, share.

Looking like standing stones – Out there on our own

Tra 20 anni conterà solo chi Internet lo fa. Per gli altri, basterà uno smartphone. Una vita in un tap.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...