La grande attesa (di Paolo Fedeli)

New York, 2012

New York, 2012

Aspettare lo stesso treno, magari andando nello stesso luogo.
Ma non parlarsi, ignorarsi. Neanche scambiare un’opinione oppure un’informazione.
Ognuno con la sua storia, i suoi percorsi, i suoi problemi, i suoi sogni, le sue sconfitte.
Ognuno prigioniero del suo compagno di viaggio, il proprio microcosmo: lo smartphone, il tablet, l’ipod, la bottiglia di Coca Cola…
Sembra la sinistra, quella sinistra che abbiamo finora conosciuto: sempre frammentata, spesso litigiosa o rancorosa, talvolta poco generosa.
E sempre, questo si,  in attesa dell’attesa.
Sarebbe proprio ora che arrivasse questo benedetto treno, anche se in ritardo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...