La Studentessa (di Michela Cescon)

M'Boro, Senegal, 2010

M’Boro, Senegal, 2010

Cosa stai guardando? Sei lì da un po’ o ti sei appena affacciata? Sei lì per noi, per uno scatto rubato o quello è un luogo dove ti trovi spesso a passare, e ti fermi per guardare fuori? Immagino davanti a te una distesa libera dai colori accecanti, un bianco giallo separato da un cielo azzurro, di un azzurro unico come quando i bambini scelgono un pennarello e con solo quello colorano lo spazio attorno al sole.
Ma tu non guardi lontano. Lo spazio aperto non ti riguarda. Lo sguardo è fermo concentrato, serio, sei giovane e i tuoi occhi potrebbero essere occhi di un volto adulto. Vorrei venirti davanti, accennare un piccolo sorriso e certa che mi rispondi scoprire la luce del tuo volto che si apre.
Con rispetto per scrivere queste righe mi sono fermata davanti a te e mi sono affezionata ai tuoi tratti. Ora chiudo l’immagine e ti ricordo racchiusa come dentro ad una freccia con la punta rivolta in avanti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...