Movimento di liberazione della birra (di Valerio Monteventi)

Praga, 1989 (nel cartello: Nel nuovo anno con barattoli di birra!)

Praga, 1989 (nel cartello: Nel nuovo anno con barattoli di birra!)

Bere è uno dei principali bisogni umani. L’acqua, fino a poco tempo fa, era la bevanda pubblica per eccellenza ed era accessibile a tutti. Ora la stanno privatizzando e per averla ci fanno anche le guerre.
Il latte è la fonte di nutrimento primaria per i bambini.
Se parliamo di beveraggio oltre la sopravvivenza, il gradino più alto del podio se lo prende il vino, ma gli altri due se li contendono i tanti tipi di birre che inondano le strade del mondo.
Dalla cervogia, fatta con orzo e avena fermentata, a quelle fatte nascere dal luppolo dai monaci nel medioevo, utilizzando le loro conoscenze delle erbe medicinali. Libri e film si sono dissetati con le cerveze spagnole o le bière francesi. Le pivo ceche hanno un sapore più dolce delle bier tedesche.
La пиво russa o le μπύρα greca possono sembrare incomprensibili, ma non c’è niente di più dissetante a 30° sotto zero o nei + 35° delle isole del Pelopponneso.
I seriosi inglesi sostengono che “life isn’t all beer and skittles”: la vita non è tutta birra e birilli. Ma nei vicoli di Praga bere una birra piccola è disonorevole, infatti dire “sei una birra piccola” equivale al bolognese “sei una mezza pugnetta”.
In Italia, per via del motto “a tutta birra”, c’è un legame allusivo tra la birra e la benzina. Equazione più errata non era possibile. A causa del petrolio si fanno guerre e colpi di stato. La birra, invece, è il fluido della pace, della pausa, del sedersi a un tavolo stretto e guardarsi in faccia.
Tuttavia, di recente, anche la birra ha sobillato i guerrafondai di provincia. Si tratta dei cosiddetti “sindaci sceriffo” che hanno scatenato contro la “bevanda che ravviva” una guerra fuori luogo fatta di ordinanze e di divieti.
Per questo va salutata con interesse la diffusione a livello planetario del movimento di liberazione della birra. Prosit.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...