Ombrelli (di Aurelio Mancuso)

Castel Romano, 2014

Castel Romano, 2014 (iPhone)

Lacrime di gioia aleggiano e prendono confidenza con la libertà dei nostri
occhi.
Confidano che fluttuanti arcobaleni, in stoffa e acciaio, proteggano le
scorribande offuscate dal grigio pregiudizio, che cementifica gli affluenti del
fiume pensile degli umori secolari.
Mary Poppins cedeva al nero per risplendere nel fumoso tempo della
trasformazione, a noi sue epigone tocca saltellare per raggiungere i
multicolori appigli che slegano la zavorra dei pensieri animosi.
All’insù fan scorgere il cielo che innaturale ci appare azzurro, mentre Luce è
somma multicolore che si mostra per annunciare la soavità del trambusto
liberatorio.
Vogliamo come Lei assistere dall’alto i formicai, dove nonostante tutto ci
riversiamo per crogiolarci nelle incostanti mescolanze.
Trattenendoci dal respirare, a bocca aperta come i discoli fanciulli delle
epoche che danzano nelle molecole, abbracciamo il trionfo degli ombrelli che
cullano la felicità e, soppiantano le malinconie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...