Così siamo a 30

Ecco altri 10 “raccontatori” di immagini:
Anna Ancherani
Psicologa
Ci siamo conosciuti nel settembre del 1978 ad un corso per istruttori di nuoto in via Tiro a Segno. Poi abbiamo condiviso tante cose: meravigliose e terribili. 

Il fotografo
Borgogna, 1986
Fu un viaggio organizzato all’ultimo minuto: ricordo quei campi mietuti da poco, quel giallo e quel sole che non scaldava così tanto.

Walter Veltroni
Ex Parlamentare
Al sesto piano di Botteghe Oscure nel 1986 (a un passo da dove abitarono clandestini Togliatti e la Iotti), il primo ad avere il Televideo sempre acceso, già allora il più moderno dei dirigenti del PCI.

Nuovo Cinema M’Boro
Senegal, 2010
Una serata di proiezioni e di ragazzi eccitati in un paese senza luce e senza acqua corrente nelle case. Mi sentivo negli anni ’30 che mi raccontava mia nonna Ernesta.

Mauro Angeloni
Dipendente RAI (e Scrittore)
Quando lo vidi, mi pare nel 2003, mi sembrava bello come un attore: ma le sue passioni sono il disegno e la scrittura… E’ costretto a timbrare il cartellino alla Rai.

La strada del quartiere copto
Il Cairo, 1994
Era un pomeriggio caldo e il quartiere mi sembrava emarginato dal resto della città, la sensazione di essere in un ghetto, ma in un posto pieno di cose da raccontare.

Pierangelo Raffini
Manager
Abbiamo più o meno la stessa età, ci saremo visti cento volte senza mai parlarci, poi un po’ internet, un po’ la politica, un po’ la curiosità ci hanno fatto conoscere.

La Scarzuola
Terni, 2014
E’ un posto davvero stravagante costruito in un dei giacigli di fortuna che ha avuto San Francesco. Una mente eclettica e creativa ne ha fatto un teatro favoloso e surreale.

Mannes Laffi
Grafico
Mio padre e suo padre erano amici. L’ho conosciuto quando eravamo già grandi e lui suonava nei Fagiani, il gruppo più simile ai CCCP Fedeli alla Linea che ci fosse in giro per l’Italia.

Strumenti di rappresentazione
Roma, 2014 (iPhone)
Miltos Manetas è un artista visionario e coinvolgente: un cittadino del mondo al quale basta poco per lasciare un segno. Qui eravamo in un suo studio temporaneo nei locali dell’Istituto Svizzero nella meravigliosa Villa Maraini, a due passi da via Veneto.

Luigi Zanda 
Parlamentare
L’ho conosciuto nel 2005 quando gli andai a raccontare il progetto di una televisione politica. L’ho trovato da allora un vero signore e una persona notevole.

Con il gallo, prima della battaglia
Bali, 1992
La prima battaglia tra galli non si scorda mai. I colori non servivano, avrebbero distratto dal calore degli sguardi.

Laura Cianfanelli
Biologa
Ride alle mie battute… questo basta e avanza per essere amici da oltre dieci anni.

Bianchi e neri
Civita di Bagnoregio, 2014
Volevo andare nella città morente da molto tempo. Ci sono arrivato quando era diventata un po’ troppo finta. Ma il fascino c’è ancora… e anche i gatti.

Giorgio Cappozzo
Autore
La prima volta era accanto a me ad una cena di fine anno. Venti giorni dopo era accanto a me ad una cena da un’amica (ma non lo riconobbi). Quando lo vedo mi dico “questa faccia non mi è nuova” e monto un sorriso di circostanza… In realtà è di una simpatia incontenibile.

Di pietra
Roma, 2014
Quando si va alla scoperta di Roma molto spesso si resta di marmo per le strepitose sorprese che questa città ha in serbo. Palazzo Corsini è una gemma poco frequentata. 

Raffaele Tassoni
Ingegnere
Apparve nell’estate dal nulla, era 1977: sembrava presuntuoso e saccente. E’ diventato uno dei miei amici migliori perché era ambizioso e affamato di conoscenze. Di stronzate ne ha fatte molte, ma quella di mettersi a correre come un forsennato a mezzogiorno, in agosto, nella Valle della Morte è nella top ten.

La colazione
Berlino Est, 1989
Vagavamo senza meta in uno dei rari momenti di luce naturale che vedemmo in quei giorni tra dicembre del 1988 e gennaio del 1989. Berlino Est sembrava governata da una banda con la passione della tassidermia. Quei due che facevano capolino dalle tende erano troppo buffi…

Fulvia Bandoli
Ex Parlamentare
Al regionale del PCI in Emilia a metà degli anni ’80. Era il prototipo di ingraiana. Ci siamo ritrovati su Twitter…

Elogio della lentezza
Pechino, 1991
Il fascino del tai chi chuan nei giardini pubblici di Pechino ha qualcosa di psichedelico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...